Juve-Napoli: nun c’accir nisciun

di Maria Labanchi

Comincia con un pareggio all’Allianz Stadium il girone di ritorno di Serie A per gli azzurri di Spalletti, ancora una volta sostituito da Domenichini per la positività al Covid-19. E, tra i partenopei, il tecnico non è stato il solo a dover rinunciare alla trasferta per questo motivo, poiché a lui si sono aggiunti, oltre agli indisponibili partiti per la Coppa d’Africa, Mario Rui (comunque squalificato per questo turno), Malcuit, Lozano, Meret e Osimhen, che in extremis ha rinunciato alla Coppa d’Africa ma dovrà comunque attendere l’autorizzazione medica per poter riprendere a giocare regolarmente dopo la guarigione.

Ad ogni modo, pur con gli uomini “contati” e con un caos scoppiato prima della partita intorno a Zielinski, Rrahmani e Lobotka messi in isolamento dall’Asl di Napoli per contatti diretti con dei positivi ma comunque presenti in campo, gli azzurri sono riusciti a portare a casa un buon risultato, che rispecchia quanto visto in campo.

Nella parte iniziale del primo tempo, infatti, i partenopei hanno fatto abbastanza fatica a trovare gli spazi tra le fila avversarie, ma nonostante ciò sono riusciti ad andare in vantaggio con Mertens. L’attaccante belga ha inoltre cercato il raddoppio con un calcio di punizione allo scadere del tempo regolamentare, ma stavolta il pallone non ha superato Szczesny finendo fuori dalla porta.

La seconda frazione di gioco è invece partita meglio per gli ospiti, anche se in realtà al 53’ Chiesa è riuscito a pareggiare i conti proprio nel momento migliore degli azzurri, che parevano essersi risvegliati dalla troppa calma del primo tempo. Da questo momento in poi, infatti, la partita ha cominciato ad entrare nel suo vivo, e malgrado entrambe le squadre abbiano provato ad andare oltre il pareggio, nessuna delle due è riuscita nel proprio intento.

Forse, tutto sommato, da un Napoli ridotto veramente al minimo indispensabile in questo momento non ci si sarebbe potuto attendere di più: se da un lato il solo punto conquistato con questo pareggio ha allontanato ancora di più i partenopei da un Milan in fuga al secondo posto e vittorioso contro la Roma, dall’altro questo risultato resta comunque un buon segnale dopo le ultime prestazioni che di certo avevano lasciato un po’ d’amaro in bocca.

Probabilmente la frase che più di tutte può riassumere simbolicamente questa partita è quella che il difensore partenopeo Di Lorenzo ha inserito come descrizione al post su Instagram pubblicato ieri sera dopo la sfida: “Nun c’accir nisciun!”. Anche se effettivamente questo risultato può essere considerato come positivo, per il ciclo di sfide che seguiranno fino alla fine del mese di gennaio non basterà “accontentarsi” ma si dovrà puntare sicuramente alla conquista di quanti più punti possibile. L’obiettivo principale in effetti dovrebbe essere quello di mantenere il posto in Champions nell’attesa di recuperare la squadra al completo, magari anche con qualche innesto che potrebbe aggiungersi al gruppo in questa sessione invernale di calciomercato iniziata lo scorso 3 gennaio e in chiusura il prossimo 31 gennaio.

Ed è giunta proprio nelle ultime ore l’ufficialità del primo acquisto azzurro di quest’anno, Axel Tuanzebe, difensore centrale in prestito oneroso dal Manchester United, che potrebbe già unirsi al resto della squadra per il match di domenica prossima in casa contro la Sampdoria. Insomma, “affaire” Insigne a parte, quest’anno nuovo sembra iniziare sotto i migliori auspici per la squadra allenata da Luciano Spalletti dopo una chiusura del 2021 non troppo degna della qualità dei suoi elementi. Ma fondamentale sarà tenere a mente l’idea che sono solo gli azzurri stessi a poter essere artefici del proprio destino, non importa quanto infortuni e Covid possano condizionare la disponibilità dei giocatori: in fin dei conti, il primo presupposto per poter vincere resta sempre la convinzione di potercela fare al di là delle difficoltà e del grado di preparazione della squadra che ci si ritrova di fronte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *